sicurezza dei dati

Partner Data: protezione software e dati

Negli ultimi trent’anni, l’uso sempre più massiccio di computer e, successivamente della rete internet, ha portato ad un importante incremento e velocizzazione del lavoro. Informazioni scambiate, sviluppate ed elaborate in maniera sempre più rapida hanno infatti permesso, a moltissime aziende, di migliorare la propria produttività, hanno portato ad un incremento del lavoro da casa e, soprattutto, ad un migliore sistema di conservazione dei dati.

sicurezza dei datiTuttavia, lo sviluppo dei computer e di internet ha portato anche a conseguenze pericolose, come la nascita del fenomeno della pirateria informatica che, ogni anno, è in grado di apportare danni per migliaia e migliaia di euro a quanti non siano in grado di difendersi in maniera adeguata. Oltre alla pirateria informatica, poi, la mancata conoscenza di nozioni fondamentali nell’uso di determinati programmi porta spesso ad effettuare operazioni errate che, proprio come un attacco informatico, possono portare all’inutilizzazione dei dati, ossia alla loro completa perdita.

Le statistiche che si occupano di protezione dei dati parlano chiaro: la maggior parte dei problemi legati alla perdita delle informazioni e del lavoro conservato informaticamente avviene per queste due principali cause: pirateria o errore umano. In entrambi i casi, la possibilità di ridurre se non addirittura di eliminare il problema, è l’utilizzo di mezzi specifici per la protezione del software, che garantiscono l’uso solo a personale autorizzato limitando, così, la possibilità di danni voluti o casuali.

Partner Data, azienda milanese che da oltre trent’anni opera nel campo della lotta contro la pirateria informatica e della sicurezza dei dati informatici, offre alla propria clientela una serie di strumenti e competenze per assicurarsi contro il furto o la perdita accidentale di dati. Tra i diversi prodotti che distribuisce, infatti, spiccano differenti sistemi di sicurezza, in grado di proteggere le informazioni, i dati, la proprietà intellettuale e tutto quanto viene conservato sul proprio computer o su un cloud. Le moderne tecnologie distribuite da Partner Data, infatti, sono in grado di garantire la massima sicurezza su tutti gli elementi e le macchine che vengono regolarmente utilizzati, compresi i dispositivi mobili.

Le chiavi Rockey per la protezione del software

Tra le nuove tecnologie distribuite da Partner Data ci sono le chiavi di protezione Rockey che garantiscono la massima sicurezza a tutto il materiale, i file, le cartelle e i programmi che vengono utilizzati nel proprio computer. Una chiave di protezione assicura, infatti, una totale protezione del software, ma non solo: esse possono essere utilizzate per proteggere la proprietà intellettuale o per gestire particolari soluzioni di vendita relative a programmi protetti.

Partner Data e Rockey operano insieme per offrire alla clientela ben sei differenti tipologie di chiavi di protezione del software, da scegliere a seconda del tipo di protezione di cui si ha bisogno e delle differenti funzioni che possono essere necessarie. Si possono quindi scegliere chiavi più o meno complesse, ossia che presentano più o meno funzioni, dotate o no di processore eccetera.

Tuttavia, va sottolineato che alcuni parametri e caratteristiche sono comuni a tutte le chiavi: ad esempio esse sono driverless, ossia possono essere utilizzate immediatamente, senza che sia necessaria l’installazione di alcun driver, sono multi-piattaforma, essendo compatibili con i diversi sistemi operativi più comuni, ossia Linux, MAC e Windows e, soprattutto, sono caratterizzate da un ottimo rapporto qualità/prezzo. I diversi modelli sono caratterizzati poi da peculiarità specifiche, in grado da rendere questo prodotto fondamentale nonostante le differenti esigenze che possono essere richieste dalle varie aziende.

Il modello Rockey 2, ad esempio, garantisce la protezione del software grazie ad un codice univoco. Si tratta di un modello base che, tuttavia, garantisce un elevato livello di sicurezza che può essere sfruttato sia tramite Envelope che tramite API di programmazione. Inoltre, nonostante le caratteristiche basilari, la Rockey 2 garantisce la compatibilità con le più comuni piattaforme informatiche e senza che sia necessario installare alcun driver.

La massima protezione del software tramite le chiavi Rockey è garantita dai quattro modelli di chiave Rockey4, ossia la Rockey4nd, la NetRocky4nd, la Rockey4Smart e la StoreRockey4Smart.
Si tratta di chiavi progettate per essere strumenti avanzati della protezione del software, veri e propri computer in miniatura dotati di microprocessore e memoria. Questa particolare chiave opera in modo tale che nessun software o file protetto possa funzionare se non sia stata inserita la chiave stessa nell’apposita porta USB: inoltre, durante l’uso dell’applicazione protetta, si potrà verificare, tramite le funzioni dedicate, l’eventuale rimozione della chiave stessa che porterebbe al blocco dell’esecuzione del programma.

Le chiavi Rockey4nd permettono l’accesso ai programmi tramite l’inserimento di due set di password fisse che permettono il controllo non di una sola applicazione o programma, ma fino a 64 differenti applicazioni. In caso di necessità di protezione del software anche in rete, pur mantenendo le stesse caratteristiche della chiave Rockey4nd, si potrà optare per la NetRockey4nd, che non solo garantisce un certo numero di connessioni a programmi in rete, ma permette anche di controllare, limitare o incrementare tale numero. Anche questa chiave, come le altre, può essere utilizzata sui diversi sistemi operativi e senza che sia necessaria l’installazione di alcun driver.

Il modello RockeySmart4 rappresenta un’evoluzione dei modelli precedenti. La caratteristica principale, che la distingue dalla Rockey4nd e dalla NetRockey4nd è la presenza di un chip smart card, nonché la presenza di 4 password modificabili. Il modello StoreRokey4Smart è caratterizzato da una memoria flash di 2 Giga. Infine, il modello Rockey7.NET permette la protezione del software delle applicazioni.NET ed una serie di ulteriori tool per una garanzia totale nella sicurezza informatica.

La convenienza di una chiave hardware USB

Quando si lavora con computer e programmi particolari, siano essi in rete o meno, è fondamentale proteggere i propri dati e le applicazioni. Il motivo è molto semplice: la perdita di dati rappresenta un danno spesso incommensurabile per l’azienda. Non solo per le ore di lavoro sprecate, ma anche e soprattutto per la perdita di immagine, che necessariamente si verifica quando un’azienda non è in grado di completare un lavoro nel tempo stabilito.

Naturalmente, in un mondo che opera quasi esclusivamente tramite computer, è facile intuire che esistono molte possibilità per garantire la protezione del software, tuttavia, non tutte sono garantite e sicure. In molti, ad esempio, preferiscono sviluppare propri software di protezione che, però, non possono mai raggiungere i livelli di sicurezza offerti da altri strumenti quali, ad esempio, le chiavi di protezione.

Per questo motivo Partner Data, che da oltre trent’anni opera nel campo della protezione del software, ha scelto di distribuire prodotti come quelli realizzati dalla Rockey. I programmatori della Rockey, infatti, sono esperti conoscitori del mondo degli hacker e dispongono di strumenti avanzati per poter realizzare chiavi di protezione hardware superiori a qualsiasi tipo di protezione via software. Inoltre, a differenza delle protezioni software che sono strettamente connesse al pc in uso, le chiavi hardware possono essere utilizzate da più terminali, garantendo una copertura maggiore e, naturalmente, un più ampio grado di sicurezza.

Ma come sapere quale tipo di chiave Rockey scegliere in base alle proprie necessità? I diversi modelli di chiave progettati dalla Rockey permettono differenti livelli di protezione, proprio perché non tutti hanno le stesse esigenze di uso e protezione del software. Per questo motivo, quando non si sappia quale possa essere la soluzione più idonea alle proprie esigenze, si possono trovare tutte le risposte presso i tecnici esperti di Partner Data.

Questa azienda, infatti, oltre a distribuire le chiavi per la protezione del software, è in grado di fornire tutte le informazioni inerenti i differenti usi e le diverse possibilità di ciascun prodotto, portando il cliente a comprendere il perché un modello possa essere più idoneo dell’altro. Inoltre, Partner Data garantisce assistenza non solo durante la scelta della chiave hardware che più si adatta alle proprie esigenze, ma anche durante l’installazione e i primi utilizzi della stessa.

Tuttavia, va sottolineato che, nonostante ancora in molti possano pensare il contrario, l’utilizzo delle chiavi hardware di protezione in generale e delle chiavi Rockey in particolare è molto semplice e, soprattutto non richiede un tempo eccessivo. Naturalmente, a seconda del livello di protezione di cui si ha bisogno si può impiegare un po’ più o meno tempo per avere la garanzia di una sicurezza assoluta ma qualunque tempo si possa impiegare non è mai tempo perso visto che va a proteggere il proprio lavoro. In ogni caso, come anticipato, tutto il sistema di inizializzazione e installazione delle chiavi, oltre ad essere molto semplice, può essere effettuato sotto la guida dello staff di Partner Data.

Infine, è bene sottolineare che anche i costi di una chiave Rockey sono molto contenuti, essendo questi prodotti per la protezione del software caratterizzati da un ottimo rapporto qualità/prezzo. E in ogni caso, sia per quanto riguarda il tempo necessario per la comprensione dell’uso della chiave, sia per quanto riguarda la spesa di acquisto, si tratta sempre di un investimento, sicuramente più economico rispetto all’eventuale danno causato dalla perdita dei propri dati di lavoro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>