esame oculare

Medicina oculistica ed evoluzione nel tempo

La medicina oculistica si è evoluta molto rapidamente nel corso degli anni, ed ha permesso, di guarire, o in alcuni casi di migliorare, le condizioni di vita in quei pazienti con malattie degenerative dell’occhio, anche gravi.
Tuttavia, nonostante la ricerca sia andata avanti velocemente, spesso le cure risultavano invasive per il paziente, come altrettanto i costi da sostenere, ed è in questo campo che si sono fatti passi importanti, grazie alla tecnologia che ha implementato nuovi mezzi, in grado di scannerizzare il fondo dell’occhio e la retina.

L’importanza delle tecniche diagnostiche in campo oculistico a Torino

Malattie come il diabete, creano problemi degenerativi importanti, come la retinopatia diabetica, che si sviluppa a seguito del deteriorarsi dei piccoli vasi sanguigni della retina e porta alla lunga alla perdita della vista, oppure come la degenerazione maculare progressiva, che affligge tante persone anziane, o il glaucoma, possono essere curate, o comunque tenute sotto controllo, ma è importante rendersene conto per tempo, ed in questo sono decisive ad esempio una visita oculistica a Torino e le tecniche diagnostiche.

Principali tecniche nei dettagli

Con la tecnologia legata all’uso del computer e nuovi mezzi per le analisi della vista, si sono implementate tecniche importanti quali:
La perimetria computerizzata: una tecnica che consente la mappatura dell’intero campo visivo del paziente, allo scopo di scoprire possibili patologie
L’esame oculistico matrix: una perimetria dedicata a particolari zone della retina, molto accurata, che rivela problemi possibili alle fibre nervose, e li monitora nel tempo.
L’ecografia orbitale e bulbare: dove ci si serve di ultrasuoni che vengono trasmessi all’interno dell’occhio, permettendo di rilevare variazioni dello stato naturale, come il distacco della retina.

Tomografia a Coerenza Ottica o oct

esame oculareQuesta tecnica di nuovo sviluppo permette, grazie ad una sonda laser ad infrarossi, di avere una esatta visione della retina, portando in tempo reale le immagini raccolte direttamente sullo schermo: l’utilizzo del computer per questo tipo di applicazione, consente di seguire qualsiasi alterazione della retina e della macula, con dati molto precisi ed in brevissimo tempo, inoltre, non è affatto invasiva, dato che non esiste rischio di danneggiare la retina, e non richiede asportazione o manipolazione del tessuto.

Come si esegue?

Il paziente deve fissare un punto luminoso per qualche minuto fino ad esame completato, i risultati di solito vengono resi disponibili in più o meno sei giorni dall’esecuzione, tutto molto veloce e pratico.

Chi può farla?

Tutte quelle persone che hanno bisogno di esaminare lo stato della vista a seguito dell’insorgere di problemi mostrati da determinati sintomi come l’abbassamento improvviso della visione oculare ed altre problematiche dello stesso genere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>