tatuaggi-piccoli-800x400-800x400

 Tutti i pericoli dei piercing

L’applicazione di un piercing, data la grande diffusione degli ultimi anni, viene presa sempre più come un atto puramente cosmetico, però i Medici Italiani su questo aspetto sono stati chiari: “Il piercer nel suo applicarvi il gioiello sta realizzando a tutti gli effetti una piccolo intervento”.

L’avviso è chiaro e sottintende che spesso questo aspetto viene preso troppo a cuor leggero. L’applicazione di un piercing è quindi a tutti gli effetti, un atto invasivo che comporta sul corpo delle modificazioni irreversibili. Le conseguenze possono essere davvero gravi e non sempre  i piercer mettono in campo tutti gli accorgimenti necessari per evitare l’insorgere di complicanze dannose per la nostra salute. L’attività del piercer comporterebbe in effetti, delle conoscenze molto approfondite del corpo umano, delle norme di igiene nonché di capacità tecniche atte a individuare e prevenire eventuali complicazioni prima e dopo l’applicazione del piercing. Praticare un foro sul corpo umano causa sanguinamento, un processo comune e molto pericoloso visto che è sempre in agguato il rischio di contaminazione con gli attrezzi e la comunicazione di parti del corpo normalmente settiche. La sterilizzazione degli strumenti, inoltre, non è affatto un processo semplice, ma richiede una competenza approfondita. La presenza di formazioni vascolari, nervose e cartilaginee rendono critiche alcune parti del nostro corpo. Danni anatomici importanti possono portare a conseguenze anche non reversibili; particolarmente pericolosi sono gli interventi sulle arcate sopracigliari la cui lesione può comportare un sanguinamento difficilmente controllabile anche per un chirurgo esperto e l’orecchio che è invece esposto alla pericondrite. Anche il piercing alla lingua può causare un elevatissimo sanguinamento oppure delle ulcerazioni che possono rendere difficile sentire il gusto.

La perforazione del naso può causare invece l’infezione della cartilagine mentre il piercing sul capezzolo ha un alto rischio di otturazione dei dotti galattofori con ostacolo all’allattamento nelle donne. Pericolosissimo anche l’intervento all’ombelico: la presenza di ernie può causare lesioni viscerali. I piercing possono inoltre comportare complicanze cardiache e funzionali dell’apparato digerente. Il consiglio, in conclusione, è sempre di rivolgersi a persone dalla comprovata esperienza che operarino in ambienti totalmente asettici e, nel caso, sappiano agire in caso di complicazioni.

Fonte: http://tatuaggipiercing.it/piercing

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>