Prestiti per le Casalinghe

Prestiti per le Casalinghe

Questo articolo sui prestiti per le casalinghe è stato scritto in collaborazione con il portale finanziario ClickMoney.it.
La crescente crisi economica, la costante diminuzione dei posti di lavoro, il costo di mantenimento dei figli, ha determinato un crescente e rilevante aumento delle donne che restano a casa e decidono di impegnarsi nel “non-lavoro” della casalinga. Purtroppo, in Italia, il ruolo della casalinga non è riconosciuto come un ruolo lavorativo e produttivo. La casalinga, per ora ha solo obblighi economici come pagarsi l’assicurazione per eventuali incidenti domestici ma non è riconosciuta legalmente come una forma giuridica.

Qualora una casalinga avesse bisogno di liquidità o di un prestito per l’acquisto di oggetti di uso quotidiano, avrà grandi difficoltà a trovare qualche istituto bancario disposto a farle credito.
Negli ultimi anni, comunque, alcune banche stanno investendo nell’apertura di possibilità di finanziamento, aperto anche alle casalinghe che non dispongono, ovviamente, di reddito e quasi sicuramente neanche di garanzie solide. Si tratta di piccoli prestiti che in genere non possono superare i 2000 euro e sono facilmente richiedibili per l’acquisto di piccoli beni come gli elettrodomestici o telefonini.E’ possibile richiedere piccoli prestiti anche per semplice bisogno di liquidità.
Le finanziarie, fino ad oggi, prevedono un sistema chiamato “carte revolving” che sono delle vere e proprie carte di credito che si esauriscono man mano che le si utilizza. Il rimborso di questo prestito può essere stabilito in fase di stipula del contratto. Si può scegliere di rimborsare attraverso delle piccole rate che si aggirano sui 50 o 100 euro. Quste rate andranno depositate sulla carta stessa ed eventualmente potranno essere spese e ovviamente rimborsate in seguito, ogni mese.
Un altro modo per ridare il denaro alla finanziaria, è scegliere un valore in percentuale, rispetto al prestito richiesto. Se si richiedono 1000 euro si potrà, per esempio, scegliere di rimborsare il 10% mensili con una rata che conterrà anche gli interessi. Anche questo andrà versato direttamente sulla carta e si usufruirà degli stessi meccanismi sopra descritti.
Questo metodo di finanziamento, viene rilasciato senza nessuna garanzia da parte della casalinga; ovviamente sono piccole cifre che consentono all’istituto bancario di non rischiare economicamente.
Per poter accedere a cifre più sostanziose bisogna dare all’istituto maggiori garanzie, attraverso la busta paga, il cud, la pensione di qualche famigliare. In questo modo è possibile ottenere prestiti che arrivano anche a 40000 euro.
Tra le società che stanno pensando anche alla categoria delle casalinghe, troviamo due istituti di prestiti: Findomestic ed Agos.
Sono entrambe società che erogano prestiti con restituzione mensile in piccole rate.

La Findomestic concede, alle casalinghe con una persona garante o un reddito garantito, somme di denaro che arrivano ai 30000 euro e attua un tasso di interesse pari al 9%. Questa azienda pone veramente pochi veti, come l’età delle richiedenti che deve essere tra i 18 e i 75 anni e la residenza obbligatoria in Italia.

La Agos offre maggiori possibilità sull’importo e sulla restituzione del prestito. Questa finanziaria ha un prodotto appositamente dedicato alle casalinghe che si chiama Duttilio. Questo prodotto consente la richiesta di un prestito di denaro che può arrivare a 40000 euro e con un tasso di interesse del 7%. La Agos offre anche un piano di restituzione flessibile e che si adatta alle esigenze della richiedente. Altre interessanti opzioni sono: la possibilità di saltare la rata fino a 3 volte nell’arco della restituzione del prestito e senza che questo porti a sanzioni economiche; nel tempo si può modificare l’importo della rata mensile e si può richiedere l’estinzione del prestito nel momento in cui si dispone di liquidità per saldare.

Sia la Findomestic che la Agos, all’interno dei loro siti ufficiali, consentono di verificare e sapere di quanto sarà l’ipotetica rata, sulla base dell’importo del prestito che andremo ad inserire.
Alcuni istituti di credito permettono di avviare le pratiche di apertura del prestito, attraverso le loro pagine web.

Qualora foste delle casalinghe e aveste bisogno di un prestito personalizzato, effettuate una ricerca approfondita sugli istituti di credito che propongono prestiti. Sui motori di ricerca è sufficiente inserire “prestiti a casalinghe” per avere una panoramica completa di tutti i prodotti offerti.
Sia che scegliate una carta revolving o un prestito con garante, diffidate da chiunque vi proponga denaro senza bisogno di presentare documenti personali o documenti del garante. Prima di firmare ed accettare un contratto di stipula, leggete ogni clausola e ponete ogni domanda che serve a togliervi dubbi; stabilite da subito la modalità di restituzione che più si addice al vostro stile di vita.

Per ora in Italia, il panorama di scelte per prestiti a casalinghe è piuttosto limitato; ma le banche e gli istituti di prestiti si stanno organizzando per proporre a questa categoria, dei prodotti in grado di soddisfare le loro richieste. In futuro, forse sarà possibile accedere a quantità di denaro più sostanziose. Ci stiamo avviando in un epoca in cui il ruolo fondamentale della casalinga all’interno della famiglia, diventa un ruolo essenziale anche all’interno dell’economia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>