big-data-analysis

Cos’è la business intelligence (BI): definizione, raccolta dati e big data

La business intelligence è il termine con cui si indica una serie di procedure aziendali utilizzate per la raccolta e l’analisi dei dati e delle informazioni strategiche. Con questo termine si indicano sia l’analisi del passato e del presente (tramite la raccolta di dati ed informazioni) per capire i meccanismi che hanno portato alla situazione attuale, sia i sistemi che cercano di effettuare stime attendibili sul futuro simulando diversi scenari.

Definizione e importanza della Business Intelligence

La raccolta di una mole così considerevole di dati può avvenire solo con l’utilizzo di software di business intelligence specifici per lo scopo che, in alcuni casi, arrivano ad impiegare complesse funzioni di statistica.

Riassumendo, il concetto base della Business Intelligence è quello di effettuare l’analisi, successiva ad una misurazione e ad un controllo, dei risultati ottenuti da una certa compagnia per poterli utilizzare in un secondo momento. Il passo successivo è l’utilizzo dei dati e delle stime da parte delle sezioni aziendali che si occupano di prendere decisioni per il futuro della compagnia, seppure in un’ambiente di incertezza a diversi gradi di instabilità. La business intelligence ricopre un ruolo fondamentale per le imprese, e per questo esistono master post laurea che permettono la formazione in queste aree di studio.

Business Intelligence (BI), analisi dei dati e performance management

Allargare le proprie conoscenze sulle metodologie di indagine e sulla tecnologia all’avanguardia per la corretta gestione e analisi dei dati sono le basi su cui si fondano gli specifici open program che Bologna Business School mette a disposizione dei suoi allievi.

BBS infatti permette di apprendere le regole della business intelligence, attraverso corsi e master specialistici che permettono la formazione di manager nel settore dell’intelligence e della raccolta e analisi delle informazioni strategiche che possono migliorare le performance del business.

Il percorso formativo della Bologna Business School su Business Intelligence & Performance Management, si articola in 10 lezioni distribuite su 5 fine settimana (sabato e domenica) che hanno lo scopo di portare i candidati alla perfetta conoscenza di tutti gli ambiti interessati dalla Business Intelligence, conferendo loro le giuste competenze sulle materie di Datawarehouse, Performance Management Analytics, oltre che nel Data Mining. Naturalmente, sono presi in esame anche gli strumenti manageriali e la tecnologia adatti allo scopo. Tutto questo con l’ausilio di docenti che formano una faculty di accademici, consulenti e manager.

Big Data: analisi dei dati per il vantaggio competitivo

Analisi dei dati e vantaggio competitivo: applicazioni della BI

Possiamo affermare che due sono i livelli in cui questo processo trova la sua massima esplicazione: la direzione aziendale e gli altri settori. La direzione aziendale viene considerata a sè per l’importanza che le sue scelte avranno sul futuro dell’azienda: qui il controllo di gestione (performance management) fornisce il materiale utilizzato dal management per verificare l’andamento corrente dell’azienda, immaginare futuri scenari di competizione ed elaborare strategie compensative.

Particolarmente interessato a questo specifico ambito è il personale delle aziende di consulenza o quello di specifiche aree interne ad una compagnia, come ICT, vendite, marketing e controllo di gestione.

Gli altri settori aziendali interessati dalla Business Intelligence (risorse umane, finanza, marketing) trovano anch’essi giovamento dall’analisi dei dati raccolti e fungono da interfaccia con il management aziendale, basando il confronto su dati concreti e tangibili a riprova o smentita di processi e pratiche aziendali.

I dati raccolti, solitamente, provengono dall’interno dell’azienda tramite i suoi sistemi informativi, ma spesso rappresentano anche le richieste dei clienti, i trend tecnologici e culturali, le aspettative dell’azionariato più influente.

La quantità di dati che un’azienda moderna si trova a dover trattare, per il suo corretto funzionamento, assume proporzioni rilevanti. Si tratta di dati che contengono informazioni preziose per l’azienda e per le sue scelte future che la gerarchia dell’azienda ha il compito di far fruttare, ma che non sempre sono gestiti nel modo corretto. È ormai ampiamente dimostrato che sovente i dati sono gestiti in maniera impropria, non di rado per una cattiva sinergia fra le parti interessate o per l’utilizzo di tecnologia inadeguata all’effettiva esigenza aziendale. Un problema non secondario che comporta il rischio della formazione di situazioni in cui i danni sono maggiori dei benefici.

2 thoughts on “Cos’è la business intelligence (BI): definizione, raccolta dati e big data

  1. Antonio

    Ah si anch io sono pratico di business intelligence e analisi dei dati. volevo fare una domanda: secondo voi questo master di BBS Bologna Business School è davvero valido? Vorrei iscrivermi (sono di bologna) ma non vorrei spendere soldi inutilmente, visto che i costi di questo master in business intelligence sono abbastanza alti in confronto con altri master simili (es analisi dati o big data). Grazie per un vostro consiglio!

    Reply
    1. staff Post author

      ciao antonio, grazie per il commento. credo che bbs (la bologna business school) offra degli ottimi master, e in particolare master quali business intelligence, performance management, analisi dei dati e big data (che non si trovano spesso in Italia) sono davvero esclusivi e possono aiutarti davvero nel tuo percorso di studi e professionale.. se hai altri dubbi, chiedi pure!

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>